ullah, principessa senza castello

01\04/2020 BALI

Il regalo più bello sei stata tu principessa mia.

Mi stavo lavando i denti, pochi minuti prima che il capitolo balinese volgesse al termine e mi recassi in aereoporto, destinazione casa.

Hai aperto la porta del bagno prima e subito dopo quella del mio cuore, mi sei venuta incontro con il nuovo peluche che ti ho regalato poc’anzi per far si che ti ricorderai di me la sera quando lo porterai a dormire con te e al mattino al risveglio quando te lo ritroverai di fianco.

Hai aperto le tue piccole ma forti braccia e mi sei venuta incontro dandomi l’impressione di voler essere sollevata al cielo, come la sera prima, quando non aspettavi altro per poi ricambiarmi con la semplicità di un sorriso che poserò sul comodino dei ricordi come il souvenir più bello che mi accompagnerà per il resto della mia vita.

Con quegli occhioni grandi mi fissi nei miei, mi parli pur restando in silenzio.

Disegnando insieme a te, seppur non parlando la stessa lingua, ho scoperto la bellezza del parlarsi a gesti, ci alternavamo a continuare man mano ciò che l’altro aveva disegnato in precedenzae cosi fino a compimento dell’opera (le nostre mani).

A te principessa senza castello, nata dalla parte meno fortunata del mondo, dopo questa esperienza faccio la mia promessa, nel mio piccolo mi impegnerò con tutte le mie forze a cambiare questa società malata che abbiamo costruito e del quale mi sento totalmente estraneo.

Proverò a cambiare cosa vi spetta lì fuori .

Sei leggera e fragile come una piuma ma promettimi che quando crescerai sarai tanto forte da affrontare il peso dell’ignoranza che a vostro discapito continua a commettere orrori, i quali vi lasceranno un mondo di insicurezze, un mondo che non potrà mostrarvi la bellezza delle specie e luoghi ormai estinti.

Noi giovani d’oggi e vecchi del futuro dovremmo prendere il comando del timone al più presto e virare verso la rotta del cambiamento fin quando siamo ancora in tempo. Tocca a noi trarre insegnamento dagli errori della storia passata e attuale, siamo tutti sulla stessa barca.

Mantengo vivo quel brandello di speranza per il cambiamento, che avverrà, ne sono convinto!!! La parte cosciente della società è in minoranza, ma non possiamo darla vinta agli idioti per l’ennesima volta, dobbiamo essere uniti e diventare la maggioranza che avrà la meglio sulla feccia di questo società malata.

Un commento

  1. caterina rotondi

    Sono daccordo con te.
    Io ho fatto la mia parte. continuerò a farla..non mi sono mai arresa.
    Questo mondo ha bisogno della vostra partecipazione..quella più bella vera, ci vuole unione fra uomini e donne..troppe differenze ci dividono.
    C’è tanto da fare, ci vuole tanta pulizia in ogni campo.
    Dovete essere più presenti nella realtà vera, senza disperdervi in cose che non portano a niente.
    Amate la vostra vita preziosa, dando il meglio in ogni cosa.
    Siate sempre positivi verso il prossimo. qualunque sia la provenienza, la terra è la nostra vera casa.
    Confido nei giovani!
    Caterina.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...